In ricordo di Rav Kahn

Martedì 12,  alle ore 17.00 - In memoria di Isidoro Kahn, amato rabbino  a Napoli dal 1963 al 1980, presentazione  del saggio:

“Quale è la via del vento? – appunti su Isidoro Moshé Kahn”

Ne parlano, con l’autore Paolo Orsucci e l’editore Guido Guastalla, il Rabbino Capo di Napoli Umberto Piperno e Valentina Kahn Della Corte.

Coordina Giacomo Kahn

Comumità ebraiaca di Napoli – via Cappella vecchia 31

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati

Due della Brigata

Due della Brigata – il nuovo libro di Miriam Rebhun è in libreria.

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati

Il Maestro

16 aprile alle 18 – Salone della Provincia Brindisi. 
Presentazione del libro ” Il Maestro” di Thomas Saintourens

Introduce: Antonio CELESTE
Giornalista – Direttore di AgendaBrindisi
prof. Furio Aharon BIAGINI,

Docente di storia dell’Ebraismo, Unisalento – Lecce

Presidente Centro Ebraico di Cultura HaShoresh Doròt

maestro Francesco Israel LOTORO

Musicologo, Docente di pianoforte, Conservatorio “U. Giordano” – Foggia

Autore dell’Enciclopedia discografica KZ Musik

Conclude: avv. Cosimo Yehudah PAGLIARA

Delegato della Comunità Ebraica di Napoli

per la Puglia e la Basilicata

La Serata sarà registrata in video

 

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati

Prorogata la mostra sui 150 anni della Comunità ebraica di Napoli

Prorogata al 26 marzo  - la mostra “La Comunità Ebraica di Napoli 1864/2014: 150 anni di storia”.  Attraverso documenti d’archivio ed oggetti liturgici, un vero e proprio viaggio alla scoperta degli ebrei Napoletani.

Ultimissimi giorni per visitare la mostra allestita presso l’Archivio di Stato di Napoli – piazzetta Grande Archivio 5 , con i seguenti orari:
lunedì e giovedì 9.30 e 11.30
Visite guidate alla mostra su prenotazione: tel. 0815638256
e-mail: as-na@beniculturali.it
Per le scuole 0817643480 – napoliebraica@gmail.com

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati

Il miracolo degli ebrei, analisi di un mito

18 febbraio 2015 ore 17:00 – Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Via Monte di Dio 14 – Palazzo Serra di Cassano – Napoli. Presentazione del libro

“Il miracolo degli ebrei, analisi di un mito” di Alfredo Del Monte, (Bonanno Editore)

Intervengono

Prof. Vincenzo Giura – Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Docente di Storia Economica
Prof. Gabriella Gribaudi – Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Docente di Storia Contemporanea
Prof. Francesco Maria Lucrezi – Università degli Studi di Salerno, Docente di Storia dell’Oriente Mediterraneo

 

 

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati

Il Maestro

Giovedì 5 febbraio 2015  alle ore 18,00 –  presso la Biblioteca Nazionale di Potenza Via del Gallitello, 100 – Potenza.

Presentazione del libro “Il Maestro “di Thomas Saintourens, Edizioni Piemme

Saluta il dott. Franco Sabia, Direttore della Biblioteca Nazionale di Potenza

Ottavio Di Grazia, Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, introdurrà il maestro Francesco Lotoro 

Coordina Pierangela Di Lucchio 

INGRESSO LIBERO

In collaborazione con Libreria UBIK

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati

Uno psicologo nei lager

Martedì 10 febbraio ore 17,30 - il Centro Studi “Erich Fromm” in collaborazione con la Comunità ebraica presenta:
“Uno psicologo nei lager : alla ricerca della speranza”

Interventi di: Berardo Impegno, filosofo della “Federico II” di Napoli
Domenico Bellantoni, psicoterapeuta frankliano e docente di psicologia dell’Università Pontificia Salesiana di Roma.
Modera la dott.ssa Maria Elena Viscardi.
Indirizzo di saluto di Silvana Lautieri, Presidente del Centro Studi “E. Fromm” di Napoli.

Comunità Ebraica di Napoli, via Cappella Vecchia 31.

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati

Giornata della memoria 2015

Appuntamenti per la Giornata della Memoria 2015 nel Sud Italia:

Napoli – Salerno – Benevento – Tora e Piccilli- Caserta – Palermo – Ferramonti – tutta la Puglia – Potenza.

 

Napoli:

Dal 25 gennaio al 5 febbraio – “Memoriae” – vari luoghi. Scarica il programma.

 

27 gennaio 9.30 Federico II – Aula Pessina dipartimento di Giurisprudenza.


Scarica la locandina 

27 gennaio  ore 10.00 – Sala Consiliare “Silvia Ruotolo” 5 Municipalità – via Morghen 84
ore 12.00 posa della “Targa del Ricordo” in via Morghen, 65 bis

Settant’anni dopo la liberazione di Auschwitz, la Municipalità 5 Arenella – Vomero ricorda una delle vittime dimenticate della Shoah, il bambino napoletano Sergio De Simone.
Gli sarà reso omaggio con un’iniziativa promossa dalle Commissioni Cultura e Politiche Scolastiche della Municipalità 5, in collaborazione con la libreria Iocisto e la comunità ebraica napoletana, che prenderà il via alle ore 10.00 presso la Sala Consiliare Silvia Ruotolo posta nella sede Municipale in via Morghen, 84. Sergio sarà rievocato da suo fratello Mario De Simone, e da Titti Marrone, autrice del libro “Meglio non sapere”,dove si racconta la sua storia.
Alle ore 12.00 via Morghen 65 bis. Qui, davanti a quella che fu la sua abitazione, verrà deposta “targa del ricordo” in sua memoria.

Martedi 27 gennaio ’15 alle ore 11,30. I Municipalità. Il Prof. Aldo Masullo  terrà in Aula Consiliare una riflessione su “ L’ Europa sospesa tra dolorose memorie, pericoli presenti e politica per la pace “. A seguire , alle ore 12,00 Consiglio con l’ASIA  .
Piazza S.Maria degli Angeli 1 Napoli

27 gennaio ore 18 e 0re 21 – cinema Pierrot

27 gennaio ore 21 – spettacolo teatrale, L’Amico Ritrovato. Il Pozzo e il Pendolo. 081 5422088 | info@ilpozzoeilpendolo.it

 Mercoledì 28 gennaio ore 11 – libreria Ubik

 

 

Mercoledì 28 gennaio ore 19 – Institut français Napoli. Via Crispi 86 

Presentazione del  libro

Mmamm ma. Storia di un attimo di vita in bianco e nero
di 
Alfredo Pezone
prefazione Maurizio De Giovanni
copertina Christophe Mourey

Intervengono : 
Maurizio De Giovanni (scrittore)
Rosaria De Cicco (attrice)

Giornata della Memoria da ieri ad oggi, il racconto di un sopravvissuto, raccolto da Alfredo Pezone, con prefazione di Maurizio De Giovanni.

Per la Giornata della Memoria, l’Institut français Napoli presenterà un racconto di Alfredo Pezone, scrittore e segretario generale dei Club Unesco di Napoli, che ha raccolto i ricordi di un sopravvissuto alla Shoah. E’ l’infanzia di uno scolaro clandestino, iscritto a Scuola sotto falso nome, e salvato dalla complicità del popolo napoletano.  Attraverso i suoi occhi si scopre un periodo nero, ma anche le “Quattro Giornate” della liberazione di Napoli nel 1943, ma anche il destino di quelli che non sono sopravvissuti.

Il racconto è corredato da documenti che permettono di prolungare la riflessione dal passato verso il presente, il lavoro necessario di istruzione e di memoria.

La copertina, molto originale, di questo libro è stata realizzata dal nostro compatriota, l’artista Christophe Mourey.

La prefazione è a cura di Maurizio De Giovanni,  grande conoscitore della Napoli degli anni 30, che parteciperà alla presentazione.

 

 

Domenica 1 febbraio – V Municipalità Sala Consiliare Silvia Ruotolo – via Morghen 84

4 febbraio 17.30 V Municipalità:

Salerno:

23 gennaio 10.30 – Università di Fisciano Aula G.De Rosa (scienze politiche) la “Memoria come patrimonio di tutti” –  ne discutono: Betrice Benocci, Luca Cerchiai, Giuseppina Cersosimo, Stefano De Matteis, Francesco Maria Lucrezi, Marcello Ravveduto, Luigino Rossi. Modera Vincenzo Raimondo Greco.

24 gennaio – 27 gennaio Museo dello Sbarco di Salerno. Performance teatrale “Solo andata…”, in occasione della Giornata della Memoria, a 70 anni dalla Liberazione del campo di Sterminio di Auschwitz-Birkenau. La performance sarà proposta da sabato 24 a martedì 27 gennaio negli spazi del Museo dello Sbarco in via Generale Clark 5, Salerno, con due rappresentazioni al giorno: alle 18 e alle 19,15. E’ obbligatoria la prenotazione essendo a numero chiuso l’accesso alla performance (max 62 persone) che è vietata ai minori di 14 anni. Un lavoro che si basa sulla collaborazione fra il Museo, il regista Andrea Carraro e i suoi attori, e il Conservatorio Martucci di Salerno. Un vero e proprio laboratorio di storia, teatro, musica e suoni che coinvolgeranno il pubblico in una serie di intense suggestioni. Per prenotare telefonare fra le 16 e le 19 al 333 194 6834.

Caserta:

“IL PIU’ GRANDE DEL MONDO. Vita e morte di Arpad Weisz, allenatore ebreo”
una produzione Mutamenti/Teatro Civico 14
dove: Teatro Civico 14
Vicolo della Ratta 14 – Caserta

quando:
Venerdì 23 gennaio ore 21:00
Sabato 24 gennaio ore 21:00
Domenica 25 gennaio ore 19:00
Lo spettacolo ripercorre la carriera del grande calciatore e brillante tecnico che, all’apice della sua carriera, a causa delle leggi razziali fu costretto a fuggire dall’Italia. La sua storia e quella della sua famiglia, come milioni di altre storie, finiscono ad Auschwitz.
La prenotazione può essere effettuata chiamando allo 0823.441399 oppure scrivendo a info@teatrocivico14.it.
La prenotazione sarà da ritenersi valida previa conferma da parte del Teatro.
per tutte le informazioni potete visitare la pagina riservata allo spettacolo sul sito del teatro qui: http://www.teatrocivico14.org/wp/event/il-piu-grande-del-mondo-2/

 

Tora e Piccilli:

27 gennaio ore 15.30 “Il silenzio dei giusti”Palazzo Falco Piazza Umberto I, comune di  Tora e Piccilli

PROGRAMMA

Ore 15:30 Apertura cerimonia – Esibizione banda musicale Città di Caserta
Ore 15:45 Saluti
Natascia Valentino – Sindaco del comune di Tora e Piccilli
Simona Fracasso – Consigliere delegato alla cultura
Ore 16:00 Convegno “Giorno della Memoria – Il silenzio dei Giusti”
Introduce e coordina il Prof. Giuseppe Angelone – II università di Napoli

Relatori:
Prof. Felicio Corvese – Storico, I.C.S.R. – Centro studi “Francesco Daniele”
Dott. Piero Antonio Toma – Giornalista e memorialista, autore del libro “Il silenzio dei Giusti”

Interventi:
Dott.ssa Monica Lautieri: Proiezione cortometraggio “La memoria rubata:
Il fenomeno della conformità sociale”
Pasqualina Lepore: Importanza didattica della Shoah nelle scuole – Vicesindaco del comune di Tora e Piccilli
Prof. Mario Grillo – Dirigente scolastico dell’istituto comprensivo Mignano Monte Lungo – Marzano Appio
Presentazione degli elaborati prodotti dagli alunni delle scuole elementari e medie del
Comune di Tora e Piccilli.
On. Gennaro Oliviero – Consigliere Regionale

Ore 17:30 Conclusioni
Natascia Valentino – Sindaco del Comune di Tora e Piccilli

Ore 18:00 Conferimento della cittadinanza onoraria al Dott. Piero Antonio Toma.

A seguire buffet di chiusura

Benevento:

23 gennaio ore 18.00 – incontro con Giorgio Sacerdoti – Salone della Prefettura  Corso Garibaldi Benevento.

27 gennaio ore 17.30 – Museo del Sannio Piazza Matteotti Benevento – “Processo  Eichmann”

 

Palermo:

27 gennaio 16.30 Complesso Monumentale dello Steri.

 Ferramonti di Tarsia:

CAMPO DI INTERNAMENTO DI FERRAMONTI DI TARSIA

PROGRAMMA DEL GIORNO DELLA MEMORIA

Dal 19 al 27 gennaio – Incontri con i testimoni: Dina Smadar (Israele)

testimonianze video inedite oppure visite guidate.

24 gennaio – Spettacolo teatrale La partita di scacchi a cura dell’Associazione Maschere e Volto. Lo spettacolo teatrale è liberamente tratto dalle Memorie e Testimonianze di Paolo Salvatore (direttore del campo) in Ferramonti di Tarsia, Voci da un campo di Concentramento fascista 1940-1945 di Mario Rende, e da Con la gente di Ferramonti di Nina Weksler.

27 – GIORNO DELLA MEMORIA

Rav. Moshe Lazar, Rabbino Sinagoga “Angelo Mordechai Donati”, Milano

Cerimonia religiosa in ricordo dei morti del Campo di Ferramonti di Tarsia
Interventi Istituzionali

Avv. Roberto Ameruso, Sindaco di Tarsia

On.le Enza Bruno Bossio, deputata

Prof. Mirocle Crisci, Rettore Università della Calabria

Conclusioni

On. Mario Oliverio, Presidente Regione Calabria
Relazioni

Prof. Mario Rende, Università degli Studi di Perugia

Ogni vera storia è storia contemporanea. Tarsia, Parrini e la nascita del Campo di Ferramonti

Dr. Enrico Tromba, Università degli Studi di Bologna – EPHE Paris

Presentazione del volume: Il Kaddìsh a Ferramonti – Le anime ritrovate
Testimonianze

Dina Smadar, Israele

Haim Farkash, Israele, l’Odissea del Pentcho
Riconoscimento alla Marina Militare Italiana

Sarà presente un rappresentante della Marina Militare italiana
Proiezione del documentario “Ferramonti, il Campo Sospeso” di Cristian Calabretta – Incontro con il regista

28 – Convegno

Roberto Cannizzaro, Consigliere comunale delegato alla cultura

Relazioni

Rav. Moshe Lazar, Milano

Prof.ssa Paola B. Helzel, Università della Calabria, Dipartimento Scienze Giuridiche

L’<<irrazionalità>> della macchina totalitaria

Pina Lupoi, Scrittrice

Discussione sul libro “Gaetano Marrari – Maresciallo del Campo di Concentramento di Ferramonti di Tarsia”
Proiezione della testimonianza di Cristina Marrari, figlia del Maresciallo Gaetano Marrari

29 gennaio – Spettacolo teatrale – Il sesto senso della memoria – ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE TORANO CASTELLO – LATTARICO (CS)

Mostre fotografiche e documentali

Il Kaddìsh a Ferramonti – Le anime ritrovate, a cura di Enrico Tromba e Antonio Sorrenti

Allestimento nuova sala museale – Inside Ferramonti/La gente di Ferramonti (titolo ancora provvisorio) a cura di Dina Smadar, Mario Rende e Simona Celiberti 

 

In Puglia: 

BARI

27 gennaio
Liceo classico Q.O. Flacco, ore 10.00
Presentazione
FRANCESCA R. RECCHIA LUCIANI
La Shoah spiegata ai ragazzi
Come è stato possibile che nel cuore della civile Europa milioni di uomini, donne e bambini siano stati sterminati solo perché ebrei? Quali furono le ragioni profonde di uno dei più grandi genocidi della Storia? L’autrice cerca di rispondere a queste domande e di spiegare alle nuove generazioni quello che a molti giovani di oggi appare forse inspiegabile.

29 gennaio
Ex Palazzo Poste, Università degli Studi di Bari, ore 17.30
Presentazione
ADACHIARA ZEVI
Monumenti per difetto. Dalle Fosse Ardeatine alle pietre d’inciampo
Il 24 marzo 1944, 335 innocenti furono trucidati dai nazi-fascisti alle Fosse Ardeatine. Nel luglio di quell’anno fu bandito il primo concorso dell’Italia liberata per la costruzione di un mausoleo nel luogo dell’eccidio. Questo libro parte da lì: in occasione del settantesimo anniversario della strage, Adachiara Zevi riflette sui rapporti tra architettura e memoria, prendendo in esame alcuni casi esemplari di monumenti, musei e memoriali che si distinguono per qualità e originalità urbanistica, architettonica e artistica.

15 febbraio
Caffè d’Arte DolceAmaro, ore 18.30
Reading musicale
CARMELA VINCENTI
Il tempo di parlare
La drammatica avventura di Helen Lewis, giovane ebrea praghese che cerca di diventare ballerina: dalla Praga ricca e affascinante della fine degli anni Trenta ai ghetti di Terezin e Auschwitz fino alla liberazione. L’incredibile racconto di una sopravvissuta rivive nella voce di Carmela Vincenti e nelle musiche eseguite dalla fisarmonica di Gigi Carrino.

19 febbraio
IISS M. Polo, ore 11.00
Incontro con gli studenti
LUCIO CARACCIOLO
A che serve il razzismo
19 febbraio
Palazzo Sagges, ore 11.00
Seminario
Da Bari uscirà la Torah
In collaborazione con la Soprintendenza Archivistica per la Puglia e il CeRDEM “C. Colafemmina”

19 febbraio
Foyer Teatro Petruzzelli, ore 17.00
Lectio magistralis
LUCIO CARACCIOLO
A che serve il razzismo

20 febbraio
Libreria Laterza, ore 10.00
Presentazione
MATTEO CORRADINI
La Repubblica delle farfalle
Terezín si trova nella Repubblica Ceca. Nata a fine Settecento come città-fortezza, durante la Seconda guerra mondiale diventò un campo di raccolta degli ebrei destinati allo sterminio. Vi furono rinchiuse 155 mila persone. Solo 3807 tornarono a casa dai lager. Nel ghetto vissero circa 15 mila tra bambini e ragazzi: alla fine della guerra ne erano rimasti in vita 142. A Terezín mancava la libertà. Le SS pattugliavano il ghetto giorno e notte. Ogni venerdì sera un gruppo di ragazzi si raccoglieva di nascosto per creare un giornale che fu chiamato Vedem ovvero Avanguardia, e metteva insieme le notizie del momento: gli arrivi, le partenze verso l’ultima destinazione, ma anche poesie, disegni, interviste. Molte pagine del giornale Vedem sono oggi conservate al Memorial di Terezín. Corradini è partito da quei documenti per raccontare una straordinaria forma di resistenza.
Con gli studenti dell’IC T. Fiore di Altamura

24 febbraio
Foyer Teatro Petruzzelli, ore 17.00
Lectio magistralis
PAOLO MIELI
L’antisemitismo di ieri e di oggi
PUGLIA

19-31 gennaio
LECCE
Museo Ferroviario della Puglia
Mostra di fotografia realizzata ad Auschwitz-Birkenau
MASSIMILIANO SPEDICATO
Non sentite l’odore del fumo?

25 gennaio
ALBEROBELLO (Ba)

Casa d’Amore, ore 16.00-20.00
Mostra
I bambini e le donne della Shoah
A cura del Presidio del libro, Assessorato alla Cultura e Pubblica Istruzione, IISS Basile-Gigante di Alberobello con Presidio del libro di Sannicola

26 gennaio
TARANTO

Libreria Gilgamesh, ore 18.30
Incontro
HELENE FRANCES
Patrick Modiano, la Shoah e l’impossibilità dell’espiazione

27 gennaio
TURI (Ba)

IC Resta-Giannini, ore 8.30
Letture e dibattito
Contro tutti gli olocausti

27 gennaio
BISCEGLIE (Ba)

Teatro Garibaldi, ore 11.00
Spettacolo
BURAMBÒ
Se il diavolo porta il cappello
Nunzia Antonino e Daria Paoletta (attrici), Gianluigi Valente (musiche)

27 gennaio
CALIMERA (Le)

Libreria Il Giardino delle Nuvole, ore 18.00
Lettura partecipata del libro Due mostri
Laboratorio: Tutti diversi ma tutti uguali
Con i bambini delle classi prime e seconde della Scuola primaria

27 gennaio
TURI (Ba)

Libreria Eleutera, ore 18.30
Letture e dibattito
Contro tutti gli olocausti

28 gennaio
CALIMERA (Le)

Libreria Il Giardino delle Nuvole, ore 18.00
Lettura partecipata del libro Anne Frank
Laboratorio di fumetti: Anne e Margot – Laboratorio di scrittura: Cara Anne…
Con i bambini delle classi terze, quarte e quinte della Scuola primaria

29 gennaio
STATTE (Ta)

IC Leonardo da Vinci, Aula Magna, ore 10.30
Conversazione in musica
STEFANIA GIANFRANCESCO, GIANCARLO DIRENZO e GAIA DAMIANA MINERVINI
Euterpe agli inferi. La musica durante il nazismo.
La produzione artistica durante il periodo del Nazismo fu divisa in due categorie definitive: arte ammessa e arte messa al bando. Ma cosa definiva una composizione musicale legittima oppure no? Quale musica, nei fatti, era eseguita e quale invece proibita? La conversazione musicale ricostruirà le vicende storico-culturali e fornirà esempi di musiche del passato e dell’allora presente consentite e bandite, attraverso l’esecuzione a cura dei maestri Stefania Gianfrancesco e Giancarlo Direnzo e della giovanissima Gaia Damiana Minervini.

30 gennaio
SANNICOLA (Le)

Scuola primaria, ore 10.30
Presentazione
BARBARA DE SERIO e DANIELA DATO
Re Matteuccio I
La storia di Re Matteuccio, scritto da Janusz Korczak, il re bambino che diventa re prima del previsto e contro la sua volontà, e che pian piano si riconosce in questo ruolo perché vede nella prematura ascesa al trono uno strumento di riscatto sociale a favore dei bambini, soprattutto quelli meno fortunati, dei cui bisogni e diritti intende farsi portavoce. “Il Re non è semplicemente colui che porta la corona, ma colui che è degno di portarla perché è in grado di garantire la felicità al suo popolo” afferma infatti il protagonista di questo romanzo che è un inno al potere di trasformazione del mondo e al rinnovamento dell’umanità attraverso l’unione e la solidarietà.

30 gennaio
SANTA MARIA AL BAGNO (Le)

Museo della Memoria e dell’Accoglienza, ore 11.00
Presentazione
ADACHIARA ZEVI
Monumenti per difetto. Dalle Fosse Ardeatine alle pietre d’inciampo
Il 24 marzo 1944, 335 innocenti furono trucidati dai nazi-fascisti alle Fosse Ardeatine. Nel luglio di quell’anno fu bandito il primo concorso dell’Italia liberata per la costruzione di un mausoleo nel luogo dell’eccidio. Questo libro parte da lì: in occasione del settantesimo anniversario della strage, Adachiara Zevi riflette sui rapporti tra architettura e memoria, prendendo in esame alcuni casi esemplari di monumenti, musei e memoriali che si distinguono per qualità e originalità urbanistica, architettonica e artistica.

30 gennaio
TRICASE (Le)

Palazzo Gallone, ore 17.30
Presentazione
ADACHIARA ZEVI
Monumenti per difetto. Dalle Fosse Ardeatine alle pietre d’inciampo
Il 24 marzo 1944, 335 innocenti furono trucidati dai nazi-fascisti alle Fosse Ardeatine. Nel luglio di quell’anno fu bandito il primo concorso dell’Italia liberata per la costruzione di un mausoleo nel luogo dell’eccidio. Questo libro parte da lì: in occasione del settantesimo anniversario della strage, Adachiara Zevi riflette sui rapporti tra architettura e memoria, prendendo in esame alcuni casi esemplari di monumenti, musei e memoriali che si distinguono per qualità e originalità urbanistica, architettonica e artistica.
Incontro con gli studenti dell’IISS Don Tonino Bello.

31 gennaio
GRUMO APPULA (Ba)

Palazzo Municipale, Sala Consiliare, ore 18.30
Incontro
DAVID BIDUSSA
Persecutori e perseguitati. La spiegazione paranoica della storia
La questione dell’antisemitismo-razzismo-fanatismo viene ripercorsa attraverso i modelli narrativi per mezzo dei quali si interpreta e costruisce la realtà.
Conversazione con Alessandro Leogrande per parlare di quella che Sergio Luzzato ha definito “la maionese impazzita della storia”.

1 febbraio
MATINO (Le)

Palazzo Marchesale, Sala del Trono, ore 18.00
Incontro
JOSÉ MOTTOLA
Dal “primato” identitario al conflitto

1 febbraio
BARLETTA (BAT)

Libreria Cialuna, ore 18.30
Conversazione in musica
STEFANIA GIANFRANCESCO – GIANCARLO DIRENZO – GAIA DAMIANA MINERVINI
Euterpe agli inferi. La musica durante il nazismo.
La produzione artistica durante il periodo del Nazismo fu divisa in due categorie definitive: arte ammessa e arte messa al bando. Ma cosa definiva una composizione musicale legittima oppure no? Quale musica, nei fatti, era eseguita e quale invece proibita? La conversazione musicale ricostruirà le vicende storico-culturali e fornirà esempi di musiche del passato e dell’allora presente consentite e bandite, attraverso l’esecuzione a cura dei maestri Stefania Gianfrancesco e Giancarlo Direnzo e della giovanissima Gaia Damiana Minervini.

2 febbraio
CORATO (Ba)

Liceo artistico Federico II di Svevia, ore 10.30
Presentazione
MIKI BENCNAAN
Il grande circo delle idee
Una mattina d’inverno due anziane donne vengono trovate morte in una casa di riposo a Gerusalemme. La causa del decesso è certa, ma nessuno sa spiegarsi perché sembrino appena scappate da un circo. Il mistero è celato nelle vite segrete di quattro ospiti della casa di riposo che quindici anni prima hanno fondato un coro. Concerto dopo concerto, veniamo a conoscere le loro vite, tragiche e tuttavia miracolose, in un mondo magico dove realtà e fantasia si mescolano in trame che raccontano la vita.

2 febbraio
ALBEROBELLO (Ba)

Hotel Lanzillotta, ore 18.30
Presentazione
MIKI BENCNAAN
Il grande circo delle idee
Una mattina d’inverno due anziane donne vengono trovate morte in una casa di riposo a Gerusalemme. La causa del decesso è certa, ma nessuno sa spiegarsi perché sembrino appena scappate da un circo. Il mistero è celato nelle vite segrete di quattro ospiti della casa di riposo che quindici anni prima hanno fondato un coro. Concerto dopo concerto, veniamo a conoscere le loro vite, tragiche e tuttavia miracolose, in un mondo magico dove realtà e fantasia si mescolano in trame che raccontano la vita e la Storia.

3 febbraio
GIOIA DEL COLLE (Ba)

Liceo scientifico R. Canudo, Auditorium, ore 10.30
Presentazione
MIKI BENCNAAN
Il grande circo delle idee
Una mattina d’inverno due anziane donne vengono trovate morte in una casa di riposo a Gerusalemme. La causa del decesso è certa, ma nessuno sa spiegarsi perché sembrino appena scappate da un circo. Il mistero è celato nelle vite segrete di quattro ospiti della casa di riposo che quindici anni prima hanno fondato un coro. Concerto dopo concerto, veniamo a conoscere le loro vite, tragiche e tuttavia miracolose, in un mondo magico dove realtà e fantasia si mescolano in trame che raccontano la vita e la Storia.

3 febbraio
NOICATTARO (Ba)

Palazzo della Cultura, ore 18.30
Presentazione
MIKI BENCNAAN
Il grande circo delle idee
Una mattina d’inverno due anziane donne vengono trovate morte in una casa di riposo a Gerusalemme. La causa del decesso è certa, ma nessuno sa spiegarsi perché sembrino appena scappate da un circo. Il mistero è celato nelle vite segrete di quattro ospiti della casa di riposo che quindici anni prima hanno fondato un coro. Concerto dopo concerto, veniamo a conoscere le loro vite, tragiche e tuttavia miracolose, in un mondo magico dove realtà e fantasia si mescolano in trame che raccontano la vita e la Storia.

3 febbraio
CASTELLANETA (Ta)

Auditorium Chiara e Francesco, ore 10.30
Presentazione
FRANCESCA R. RECCHIA LUCIANI
La Shoah spiegata ai ragazzi
Come è stato possibile che nel cuore della civile Europa milioni di uomini, donne e bambini siano stati sterminati solo perché ebrei? Quali furono le ragioni profonde di uno dei più grandi genocidi della Storia? L’autrice cerca di rispondere a queste domande e di spiegare alle nuove generazioni quello che a molti giovani di oggi appare forse inspiegabile.

3 febbraio
SANNICANDRO DI BARI (Ba)

Biblioteca comunale V. Bavaro, ore 18.00
Presentazione
VALENTINA KORSAKINA
Fuga da Sebastopoli
Una ragazza di origini ebraiche, l’abbandono della propria famiglia, l’esilio dal Paese natale, una nuova identità: quella di Valentina è una vicenda personale in cui il dramma e la fortuna individuali si fondono con quel frammento di Storia – la Seconda guerra mondiale e l’Olocausto – che ha pesato dolorosamente sulla pelle di milioni di uomini e donne. Sullo sfondo Sebastopoli, città eroica e gioiello della Crimea, terra tutt’oggi dilaniata.

4 febbraio
MONOPOLI (Ba)

Palazzo del Comune, Biblioteca dei ragazzi, ore 19.00
Presentazione
VALENTINA KORSAKINA
Fuga da Sebastopoli
Una ragazza di origini ebraiche, l’abbandono della propria famiglia, l’esilio dal Paese natale, una nuova identità: quella di Valentina è una vicenda personale in cui il dramma e la fortuna individuali si fondono con quel frammento di Storia – la Seconda guerra mondiale e l’Olocausto – che ha pesato dolorosamente sulla pelle di milioni di uomini e donne. Sullo sfondo Sebastopoli, città eroica e gioiello della Crimea, terra tutt’oggi dilaniata.

7 febbraio
MARTINA FRANCA (Ta)

Palazzo Ducale, Sala Consiliare, ore 18.30
Lectio magistralis
LUCIANO CANFORA
L’incompiuta abrogazione della schiavitù

10 febbraio
TARANTO

Liceo Scientifico L. Battaglini, ore 9.30
Presentazione
FRANCESCA R. RECCHIA LUCIANI
La Shoah spiegata ai ragazzi
Come è stato possibile che nel cuore della civile Europa milioni di uomini, donne e bambini siano stati sterminati solo perché ebrei? Quali furono le ragioni profonde di uno dei più grandi genocidi della Storia? L’autrice cerca di rispondere a queste domande e di spiegare alle nuove generazioni quello che a molti giovani di oggi appare forse inspiegabile.

11 febbraio
TRICASE (Le)

IISS Don Tonino Bello, ore 10.30
Presentazione
FRANCESCA R. RECCHIA LUCIANI
La Shoah spiegata ai ragazzi
Come è stato possibile che nel cuore della civile Europa milioni di uomini, donne e bambini siano stati sterminati solo perché ebrei? Quali furono le ragioni profonde di uno dei più grandi genocidi della Storia? L’autrice cerca di rispondere a queste domande e di spiegare alle nuove generazioni quello che a molti giovani di oggi appare forse inspiegabile.

12 febbraio
NARDÒ (Le)

IISS G. Galilei, E. Vanoni e N. Moccia, dalle ore 9.00
Presentazione
FRANCESCA R. RECCHIA LUCIANI
La Shoah spiegata ai ragazzi
Come è stato possibile che nel cuore della civile Europa milioni di uomini, donne e bambini siano stati sterminati solo perché ebrei? Quali furono le ragioni profonde di uno dei più grandi genocidi della Storia? L’autrice cerca di rispondere a queste domande e di spiegare alle nuove generazioni quello che a molti giovani di oggi appare forse inspiegabile.

12 febbraio
NOHA (Le)

Biblioteca Giona, ore 10.30
Presentazione
BARBARA DE SERIO
Re Matteuccio I
Scritta da Janusz Korczak, la storia di Re Matteuccio narra di un bambino che diventa re prima del previsto e contro la sua volontà, e che pian piano si riconosce in questo ruolo, perché vede nella prematura ascesa al trono uno strumento di riscatto sociale a favore dei bambini, soprattutto quelli meno fortunati, dei cui bisogni e diritti intende farsi portavoce. “Il Re non è semplicemente colui che porta la corona, ma colui che è degno di portarla, perché è in grado di garantire la felicità al suo popolo” – afferma il protagonista di questo romanzo. È un inno al potere di trasformazione del mondo e al rinnovamento dell’umanità attraverso l’unione e la solidarietà. Curato da Barbara De Serio, con la prefazione di Daniela Dato, il libro è illustrato da Massimiliano di Lauro.

12 febbraio
NOHA (Le)

Biblioteca Giona, ore 10.30
Inaugurazione mostra
La città dei diritti dei bambini.
Saranno in esposizione elaborati e riflessioni dei bambini e degli adulti che condividono il loro percorso: una intera parete, trasformata in città ideale, costituirà lo sfondo integratore di pensieri e immagini, fisse e in movimento.

12 febbraio
Cellamare (Ba)

Luogo (in via di definizione), ore 19.00
Presentazione
UMBERTO GENTILONI
Bombardare Auschwitz
Si poteva intervenire dal cielo evitando alla più grande fabbrica di morte di continuare a uccidere? Perché si è perso così tanto tempo e per quale motivo alla fine hanno prevalso logiche differenti, priorità distinte da quelle che avrebbero portato a salvare un numero così elevato di vite umane? In un terribile paradosso della storia, mentre le sorti della guerra danno ragione alla grande coalizione delle Nazioni Unite, non si interrompe la macchina dello sterminio fino alla vigilia della liberazione del gennaio 1945.

13 febbraio
FASANO (Br)

Luogo in via di definizione, ore 10.00
Presentazione
UMBERTO GENTILONI
Bombardare Auschwitz
Si poteva intervenire dal cielo evitando alla più grande fabbrica di morte di continuare a uccidere? Perché si è perso così tanto tempo e per quale motivo alla fine hanno prevalso logiche differenti, priorità distinte da quelle che avrebbero portato a salvare un numero così elevato di vite umane? In un terribile paradosso della storia, mentre le sorti della guerra danno ragione alla grande coalizione delle Nazioni Unite, non si interrompe la macchina dello sterminio fino alla vigilia della liberazione del gennaio 1945.

13 febbraio
BISCEGLIE (Ba)

Liceo Leonardo da Vinci, Teatro, ore 17.30
Lectio magistralis
EMILIO GENTILE
L’‘uomo nuovo’ e l’antisemitismo: dalla rigenerazione al genocidio

14 febbraio
GINOSA (Ta)

Teatro Metropolitan, ore 11.30
Spettacolo
Salone Margherita. Tragicommedia grottesca…per non dimenticare
A cura degli studenti dell’IISS Q.O. Flacco di Castellaneta

16 febbraio
NOCI (Ba)

Sala Pio XII, ore 19.00
Reading musicale
CARMELA VINCENTI
Il tempo di parlare
La drammatica avventura di Helen Lewis, giovane ebrea praghese che cerca di diventare ballerina: dalla Praga ricca e affascinante della fine degli anni Trenta ai ghetti di Terezin e Auschwitz fino alla liberazione. L’incredibile racconto di una sopravvissuta rivive nella voce di Carmela Vincenti e nelle musiche eseguite dalla fisarmonica di Gigi Carrino.

17 febbraio
OSTUNI (Br)

Liceo classico A. Calamo, ore 10.30
Presentazione
FRANCESCA R. RECCHIA LUCIANI
La Shoah spiegata ai ragazzi
Come è stato possibile che nel cuore della civile Europa milioni di uomini, donne e bambini siano stati sterminati solo perché ebrei? Quali furono le ragioni profonde di uno dei più grandi genocidi della Storia? L’autrice cerca di rispondere a queste domande e di spiegare alle nuove generazioni quello che a molti giovani di oggi appare forse inspiegabile.

19 febbraio
CONVERSANO (Ba)

Scuola secondaria di I grado F. Carelli, ore 10.00
Presentazione
MATTEO CORRADINI
La Repubblica delle farfalle
Terezín si trova nella Repubblica Ceca. Nata a fine Settecento come città-fortezza, durante la Seconda guerra mondiale diventò un campo di raccolta degli ebrei destinati allo sterminio. Vi furono rinchiuse 155 mila persone. Solo 3807 tornarono a casa dai lager. Nel ghetto vissero circa 15 mila tra bambini e ragazzi: alla fine della guerra ne erano rimasti in vita 142. A Terezín mancava la libertà. Le SS pattugliavano il ghetto giorno e notte. Ogni venerdì sera un gruppo di ragazzi si raccoglieva di nascosto per creare un giornale che fu chiamato Vedem ovvero Avanguardia, e metteva insieme le notizie del momento: gli arrivi, le partenze verso l’ultima destinazione, ma anche poesie, disegni, interviste. Molte pagine del giornale Vedem sono oggi conservate al Memorial di Terezín. Corradini è partito da quei documenti per raccontare una straordinaria forma di resistenza.

19 febbraio
CASTELLANA GROTTE (Ba)

IC Angiuli-De Bellis, ore 15.00
Presentazione
MATTEO CORRADINI
La Repubblica delle farfalle
Terezín si trova nella Repubblica Ceca. Nata a fine Settecento come città-fortezza, durante la Seconda guerra mondiale diventò un campo di raccolta degli ebrei destinati allo sterminio. Vi furono rinchiuse 155 mila persone. Solo 3807 tornarono a casa dai lager. Nel ghetto vissero circa 15 mila tra bambini e ragazzi: alla fine della guerra ne erano rimasti in vita 142. A Terezín mancava la libertà. Le SS pattugliavano il ghetto giorno e notte. Ogni venerdì sera un gruppo di ragazzi si raccoglieva di nascosto per creare un giornale che fu chiamato Vedem ovvero Avanguardia, e metteva insieme le notizie del momento: gli arrivi, le partenze verso l’ultima destinazione, ma anche poesie, disegni, interviste. Molte pagine del giornale Vedem sono oggi conservate al Memorial di Terezín. Corradini è partito da quei documenti per raccontare una straordinaria forma di resistenza.

20 febbraio
TARANTO

Scuola secondaria I grado C. Colombo, Aula Magna, ore 10.00
Monologo teatrale
CORRADO LA GRASTA
M120XM90, spettacolo ad una voce
Il sogno di un bambino costretto a rinunciare alla passione per il calcio a causa dei drammatici eventi storici che lo vedono protagonista. Quattro quadri ispirati dalle testimonianze dei sopravvissuti all’Olocausto, che hanno come filo conduttore gli occhi di un bambino. A cura del Teatro dei Cipis.

20 febbraio
GROTTAGLIE (Ta)

IC F.G. Pignatelli, Auditorium, ore 17.30
Monologo teatrale
CORRADO LA GRASTA
M120XM90, spettacolo ad una voce
Il sogno di un bambino costretto a rinunciare alla passione per il calcio a causa dei drammatici eventi storici che lo vedono protagonista. Quattro quadri ispirati dalle testimonianze dei sopravvissuti all’Olocausto, che hanno come filo conduttore gli occhi di un bambino. A cura del Teatro dei Cipis.

21 febbraio
GRAVINA IN PUGLIA (Ba)

Officine culturali, ore 19.30
Conversazione in musica
STEFANIA GIANFRANCESCO – GIANCARLO DIRENZO – GAIA DAMIANA MINERVINI
Euterpe agli inferi. La musica durante il nazismo.
La produzione artistica durante il periodo del Nazismo fu divisa in due categorie definitive: arte ammessa e arte messa al bando. Ma cosa definiva una composizione musicale legittima oppure no? Quale musica, nei fatti, era eseguita e quale invece proibita? La conversazione musicale ricostruirà le vicende storico-culturali e fornirà esempi di musiche del passato e dell’allora presente consentite e bandite, attraverso l’esecuzione a cura dei maestri Stefania Gianfrancesco e Giancarlo Direnzo e della giovanissima Gaia Damiana Minervini.

22 febbraio
PARABITA (Le)

Teatro Carducci, ore 19.00
Reading musicale
TÉMENOS – RECINTI TEATRALI
La parola dei vivi
La storia della Shoah prende forma attraverso le testimonianze dei sopravvissuti di ogni parte d’Italia: un grande racconto corale dell’ebraismo italiano reso ancora più suggestivo da musiche che ne scandiscono l’andamento. Una produzione della Cooperativa In-disciplinati, tratta da Il libro della Shoah italiana di Marcello Pezzetti, con Liliana Putino, Marco Antonio Romano, Valentina Piccolo, Enzo Esposito.

23 febbraio
OSTUNI (Br)

IS Pantanelli-Monnet, ore 11.00
Reading musicale
TÉMENOS – RECINTI TEATRALI
La parola dei vivi
La storia della Shoah prende forma attraverso le testimonianze dei sopravvissuti di ogni parte d’Italia: un grande racconto corale dell’ebraismo italiano reso ancora più suggestivo da musiche che ne scandiscono l’andamento. Una produzione della Cooperativa In-disciplinati, tratta da Il libro della Shoah italiana di Marcello Pezzetti, con Liliana Putino, Marco Antonio Romano, Valentina Piccolo, Enzo Esposito.

Basilicata – Potenza:

Promossa e realizzata dalla Provincia di Potenza e da APOF-IL in occasione de “La Giornata della memoria” sarà allestita, presso il Museo Provinciale di Potenza, la mostra fotografica “Viaggio della memoria – Auschwitz/Birkenau – 15/17 aprile 2013″.

A corredo della importante iniziativa, sarà a disposizione dei visitatori, che parteciperanno al vernissage, il Quaderno di viaggio realizzato in occasione della visita di alcune scuole ai due campi di concentramento.

La mostra sarà presentata ufficialmente il 27/01/2015 alle ore 17.30 e rimarrà esposta fino al 15/02/2015.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati

La comunità ebraica di Napoli: 1864/2014: 150 anni di storia

14 gennaio alle 11 - nuovo allestimento della mostra “La comunità ebraica di Napoli: 1864/2014: 150 anni di storia”.

Sala Filangieri. Archivio di Stato di Napoli, Piazzetta Grande Archivio 5.
Saluti

Imma Ascione – Direttrice dell’Archivio di Stato di Napoli
Simonetta Buttò – Direttrice della Biblioteca Nazionale di Napoli
Elda Morlicchio – Rettore Università degli studi di Napoli “L’Orientale”
Sandro Temin – Consigliere dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane
Pier Luigi Campagnano – Presidente della Comunità Ebraica di Napoli

Presentazione dell’Esposizione
Giancarlo Lacerenza – curatore della mostra   - Università di Napoli l’ Orientale
Seguirà visita all’esposizione, Chiostro del Platano

Fino al 28 febbraio
lunedì e giovedì 9.30 e 11.30
Visite guidate alla mostra su prenotazione: tel. 0815638256
e-mail: as-na@beniculturali.it
Per le scuole 0817643480 – napoliebraica@gmail.com

La mostra vanta l’Adesione del Presidente della Repubblica, il patrocinio della Regione Campania, dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e della Fondazione Beni Culturali Ebraici.

Non mancate!

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati

Channukà in Piazza

Cari amici, dal 16 al 23 dicembre, festeggiamo Channukà. Come ormai tradizione i lumi verranno accesi in molte piazze italiane. Eccovi gli appuntamenti per Napoli, Trani e Palermo.

Non mancate!

 

Napoli, martedì 16 dicembre ore 16.20 Sinagoga di Napoli, minchà e arvit e accensione primo lume. Domenica 21 dicembre : Minchà e Arvit in Sinagoga alle ore 16.20. Alle ore 18.00 verranno accesi i lumi in Piazza dei Martiri.

Trani, lunedì 22 dicembre ore 17, piazzetta Scola Nova .

Palermo, Palazzo Steri, dal 16 al 23 dicembre.

1^ candela: giorno 16 ore 17,30
2^ candela: giorno 17 ore 17,30
3^ candela: giorno 18 ore 17,30
4^ candela: giorno 19 ore 16,30
5^ candela: giorno 20 ore 17,30
6^ candela: giorno 21 ore 17,30
7^ candela: giorno 22 ore 17,30
8^ candela: giorno 23 ore 17,30

Lunedì 22 dicembre ore 16.30 – Aula Magna: Tavola rotonda su: “Un messaggio per il mondo: la luce di Chanukkah, tutto quello che avreste voluto sapere e non sapete”, dialogo tenuto da Rav Pierpaolo Punturello e Prof.ssa Luciana Pepi tra Chanukkah nei testi ebraici e Chanukkah come messaggio etico. Seguirà un momento musicale a cura dell’Ensemble Alphabet.

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati